letiziaferretti

Ristrutturare un appartamento al mare...ok, panico

letiziaferretti
2019年10月27日

Buongiorno a tutti!


Stiamo pianificando la ristrutturazione di un appartamento al mare fine anni 60' di circa 70 mq.

Attualmente lo usiamo per le vacanze estive, nel resto dell'anno è affittato con canone transitorio.

Per il futuro pensiamo di mantenere l'attuale utilizzo per qualche anno, successivamente progettiamo di affittarlo ( da capire se per brevi o lunghi periodi )


Stato attuale

Bagno anni 80'

Impianto idraulico originale

Impianto elettrico messo a norma con canaline esterne negli anni '90

Impianto termico originale, caldaia/scaldabagno del '99

Pavimenti originali tranne in bagno, marmette 40x40 in ingresso+corridoio (toni del grigio) e sala (toni grigi e rosso), graniglie in tutti gli altri locali

Infissi interni ed esterni in legno, originali


Interventi

Rifacimento impianti idraulico, termico (eventualmente mantenendo termosifoni in ghisa, nuova caldaia) ed elettrico

Sostituzione infissi esterni e tapparelle

Rifacimento cucinotto

Rifacimento bagno (allargamento porta ad 80 cm, eliminazione vasca, aggiunta ampia doccia, spostamento lavatrice da cucinotto a bagno)

Installazione aria condizionata e tende da sole sul balcone

Posa nuova pavimentazione


Dubbi principali

Cucinotto (di fronte all'ingresso) - Nell'ottica della valorizzazione dell'immobile e dell'obiettivo di affittarlo, sarebbe preferibile mantenere il cucinotto separato dalla sala, aprirlo sulla sala (eventualmente con una grande porta scorrevole) o creare un'unica grande zona giorno?

Bagno - mantenere la struttura attuale limitandosi ad allargare la porta e a posizionare la doccia sul fondo oppure creare una nicchia per la doccia o allargarlo verso la camera grande?

Pavimenti - vale la pena di mantenere le marmette in presenti in corridoio+ingresso e sala? Mi piacciono e manterrebbero continuità con la pavimentazione esistente nelle zone comuni, ma ho dubbi sulle difficoltà di abbinamento con nuovi pavimenti nel resto della casa e sull'effetto complessivo un po' troppo rétro (specialmente se si mantenesse l'angoliera in sala)

Rivestimento legno ingresso - come per le marmette potrebbe essere un particolare che dia carattere alla casa o solo far vecchio...

Mobili - per motivi affettivi/estetici/logistici vorremmo mantenere l'armadio trompe l'oeil nella camera grande e dovremo tenere l'angoliera in sala, come integrarli in un progetto di arredo moderno e funzionale?


Come vedete la confusione è tanta e più ci penso più i dubbi crescono...


Di seguito alcune immagini per farvi un'idea della situazione

Piantina misure (la profondità di 5.40 nella camera grande è errata, in realtà è 3.40)





コメント (17)

  • letiziaferretti

    ecco altre immagini




  • letiziaferretti

    camera piccola


  • letiziaferretti

    corridoio


  • letiziaferretti

    camera grande


  • letiziaferretti

    camera grande


  • PRO
    Caterina Martini

    secondo me avete bisogno una consulenza seria, facendovi seguire da un professionista che possa analizzare bene la situazione, il tipo di mercato immobiliare degli affitti di questa zona (tipologia di affitto, livello e tipologia di utenza ecc...) e che possa seguirvi in una progettazione che affronti non solo il punto di vista architettonico, ma che possa aiutarvi a svolgere anche un'analisi costi-benefici dei vari interventi.

    Io vi consiglio quindi di non affidarvi a consigli "volanti", ma di farvi seguire seriamente da un professionista che possa prendervi per mano e seguirvi in questo percorso, che non può essere - a mio parere - affrontato con un post.

  • stefaniasasso61

    si armi di pazienza, soldi e di un professionista come le hanno suggerito si informi sulle detrazioni calcoli dai 500 ai 1000 euro mq per ristrutturare e auguroni !!

  • PRO
    Arch. Claudia Baldi - MatStudio

    Credo anch'io che il tema sia troppo complesso per poterlo gestire cucendo insieme consigli inevitabilmente superficiali....

    Si faccia assistere da un professionista serio che possa aiutarvi e tutelarvi durante tutte le fasi (o almeno quelle più importanti) dell'intervento. Non se ne pentirà!

  • letiziaferretti

    Grazie a tutti. In effetti questo post è nato come collettore di informazioni da fornire ai professionisti che sto contattando tramite Houzz. Detto questo, idee, spunti ed opinioni sono sempre ben accette.

  • Hermann

    Letizia, buongiorno. Io capisco sia il suo panico sia il suo intento, ma anche per noi che abbiamo letto l'elenco dei punti da affrontare non è facile trovarne uno da cui partire per svilupparlo autonomamente, a prescindere da tutto il contesto. E' troppo articolato, richiede un progetto complessivo, che tenga conto di tutto e risolva punto per punto secondo una linea armoniosa. Anche se ottenesse consigli sui singoli punti, sommandoli non farebbe che aumentare la sua confusione, e di certo non sarebbe di aiuto al professionista a cui affiderà il progetto (che non sarebbe tale se avesse bisogno di questo genere di aiuti, tra l'altro). Caso mai apra dei threads per ogni singolo tema, sviscerando un argomento alla volta. Ma ascolti i consigli di tutti quelli che mi hanno preceduto: vada subito da un architetto, sarà lei/lui a dare una risposta coerente a tutti i dubbi che lei ha sopra elencato, togliendole l'ansia e lo stress da ristrutturazione. Solo questo, mi creda, è impagabile.

  • PRO
    RAIMONDO MASU TEAM

    anche per me la cosa piu utile è un incarico a un proget-coach. Vi potrà accompagnare in un percorso di progetto che leghi non solo il nuovo ai vostri legami affettivi...ma vi accompagni verso soluzioni non solo di restyling ma allineati a un contemporaneo più esigente, sia dal punto di vista funzionale che estetico.Un progetto che può costarvi poco anche considerando le spese di trasferta. Chiami per un preventivo e informazioni

  • PRO
    Chiara Home Staging and Interiors

    Ciao Letizia, dal momento che l'appartamento dovrà ospitare sia voi, con le vostre specifiche esigenze, sia essere messo a reddito per gli affitti turistici, la cosa migliore come già suggerito è di avvalersi di un professionista del settore che abbia ben chiaro di quali siano le caratteristiche più richieste nella tua zona, del target di riferimento dei clienti (famiglie? giovani? gruppi d'amici?), degli elementi indispensabili e più apprezzati (cucina separata? open space?) ecc, in modo che sia appetibile e tu poi riesca ad affittarlo al meglio per rientrare nel minor tempo possibile del tuo investimento.

  • PRO
    Bartolomeo Fiorillo

    Gentilissima Letizia..l’unica cosa che lei può fare per evitare il panico, è quella di affidare ad un architetto per la ristrutturazione e vedrà che tutto sarà più semplice.